fbpx

Type at least 1 character to search

Image Alt

Come dovrebbe essere un logo aziendale professionale: la guida completa in meno di 10 passi

Come dovrebbe essere un logo aziendale professionale: la guida completa in meno di 10 passi

Iniziamo dal principio: che cos’è un logo?
Un logo aziendale è in assoluto l’elemento grafico che più contraddistingue la tua attività: è ciò che identifica l’identità aziendale differenziandola dalla concorrenza.
La scelta dei simboli, dei colori e dei caratteri che costituiscono il logo è frutto di uno studio puntuale e di un confronto continuo con il cliente: più il logo è riconoscibile, più attira l’attenzione e maggiore sarà la probabilità di “essere ricordati” dai clienti.
Sia che si tratti di una piccola attività, di un negozio online o di un’attività commerciale la realizzazione del logo non deve mai essere presa sottogamba.

NON MI SERVE UN TECNICO: HO TROVATO UN PORTALE CHE MI PERMETTE DI CREARE UN LOGO GRATIS!
Sei sicuro che commissionare ad uno di questi portali il logo sia la strada più conveniente da intraprendere?

Semplice: affidarti ad una persona che non possiede conoscenze e competenze grafiche così come sfruttare piattaforme online che permettono di creare da soli e in modo gratuito un logo è una scelta sbagliata e poco proficua per l’azienda.
Il logo non è solo una scritta, un’icona e un payoff, è molto di più.
Dietro ad un logo c’è l’analisi grafica dei loghi dei principali concorrenti di settore, dei colori, dei font, delle forme: per questo è necessario affidarsi ad una persona competente che sappia percepire e far percepire la mission della tua azienda a tutti i potenziali clienti.

Creare un logo aziendale professionale: 5 caratteristiche fondamentali che devi avere

Un logo aziendale per essere professionale e avere successo deve avere 5 caratteristiche principali:

• Deve essere facile da ricordare
Un logo professionale vincente deve essere in primo luogo facile da ricordare.
Il principale obbiettivo di un logo è quello di essere memorabile e riconoscibile: deve riuscire a far breccia nella mente e nel cuore del cliente.
In generale infatti la nostra mente ricorda più facilmente un logo semplice, pochi colori e quasi privo di dettagli.
Eliminare il superfluo e mantenere l’essenziale.

• Sempre al passo con i tempi
Quando si lavora sulla creazione di un logo aziendale è sicuramente importante considerare anche i trend di settore e di mercato, ma attenzione: un logo vincente deve essere senza tempo ed eterno, quindi basarsi SOLO sulle mode del momento non è mai la strada giusta da intraprendere.

• In linea con il target
Quando si realizza un logo aziendale è necessario prendere in considerazione il target di riferimento della propria azienda, cioè: font, forme, colori e dimensioni devono essere progettati in base alla linea del tuo business.

• Esclusivo
Il tuo logo dovrà essere esclusivo: creare un logo professionale non è sinonimo di “scopiazzare idee di altre aziende ed imprese”.
Prendere spunto da un logo già esistente è possibile ma a una condizione: il logo che si andrà a realizzare deve essere unico.
Solo grazie a questa unicità i clienti non confonderanno il tuo brand con quello di un tuo concorrente.

• Adattabile
Da ultimo, ma non di certo perché è meno importante delle altre caratteristiche analizzate, l’adattabilità del logo.
Un logo aziendale deve essere realizzato in diversi formati per poter essere impiegato in diversi contesti come: l’insegna, i profili social

I 10 passi da seguire per creare un logo aziendale

· Definire una filosofia e una mission aziendale

Un logo è la rappresentazione della tua azienda, ma come è possibile creare un logo aziendale vincente se non si ha chiaro cosa si vuole comunicare?

Proprio per questo il professionista che seguirà il progetto prima di iniziare a disegnare e a progettare è tenuto a chiederti: che cosa stai cercando di comunicare?

Chiarito questo aspetto lo sviluppo delle bozze grafiche e la realizzazione effettiva del logo sarà senza alcun dubbio più semplice.

Il logo aziendale DEVE rispecchiare, comunicare la mission e l’identità del brand.

· Individuare un cliente tipo

Come sottolineato in precedenza, la creazione di un logo professionale deve tenere in considerazione il target e l’audience dell’attività.

Il logo in pochi secondi deve riuscire a comunicare al potenziale cliente qual è l’identità dell’azienda: senza un’accurata analisi arrivare a questo risultato è pressoché impossibile.

Ma come si fa ad individuare il proprio cliente tipo?

Svolgendo una normale analisi di mercato, prestando attenzione allo storico dei clienti e i principali competitor.

· la parola d’ordine deve essere ISPIRAZIONE

Dopo aver definito con chiarezza i punti precedenti è giunto il momento di creare il marchio distintivo dell’azienda.

Ma come spesso accade fare un restyling di un logo già esistente o provare a rivedere totalmente l’identità di un’azienda presente sul mercato da anni con un certo tipo di “veste” è un’ardua impresa.

Cercare un’ispirazione guardandosi intorno: questo è quello che dovrebbe essere fatto.

È importante esaminare con attenzione loghi già esistenti e famosi, cercare l’incipit dell’idea, arrivando alla nascita del nuovo logo con basi solide da cui partire.

· Essere unici e diversi dalla concorrenza

Dopo aver fatto tutte le ricerche del caso per avere una fonte di ispirazione da cui partire è arrivato il momento di concentrarsi e studiare come essere DIVERSI e UNICI rispetto alla concorrenza.

Come si procede arrivati a questo punto?

Stillando una lista dei punti di debolezza e di forza di ogni competitor, individuando una serie di caratteristiche dell’azienda che dovrebbero essere migliorate.

L’attività più importante dell’analisi in questione è la definizione di una caratteristica distintiva della tua azienda che diventerà il fulcro durante la creazione del logo.

· Penna e carta: i migliori amici

È finalmente giunto il momento di iniziare ad abbozzare e disegnare il tuo logo aziendale.

Carta e penna saranno i protagonisti indiscussi di questo step: la creatività in generale si manifesta meglio se ci si lascia trasportare dal momento, scarabocchiando piccole bozze.

Solo dopo aver trovato una bozza che nel complesso sembra funzionare è possibile passare al digitale.

Inizialmente ci si concentra sulle linee generali del logo ovvero la forma ed il disegno, soltanto in seguito si passerà all’analisi dei colori e del font.

RICORDA: un logo aziendale efficace deve essere minimalista: meno particolari ci saranno e più i potenziali clienti si ricorderanno della tua attività.

· La giusta palette di colori

È arrivato il momento di concentrarsi sulla scelta dei colori.

I colori in un logo sono fondamentali e come abbiamo visto nell’articolo “come scegliere il giusto schema di colori per il tuo sito web” la palette utilizzata deve contenere un massimo di 3 colori.

Troppi colori confondono e non lasciano trasparire il messaggio aziendale.

La scelta dei colori non è assolutamente da sottovalutare perché sono quest’ultimi a evocare sensazioni ed emozioni nel cuore e nella mente dei clienti.

· Scegliere il carattere ed il font più adatto

Per ultimo ma non per importanza: la scelta del font.

È necessario scegliere il carattere che più rappresenta l’identità aziendale.

Anche in questo caso è necessario uno studio dei trend di settore e delle scelte fatte dalla concorrenza.

Esistono un’ infinità di font, dai più simpatici a quelli più seri ma attenzione alla scelta: ti consiglio di dare un’occhiata a siti come Google font, Dafont.

HAI UN LOGO VECCHIO CHE NON FUNZIONA? VUOI RIVEDERE L’IDENTITÀ DELLA TUA AZIENDA MA NON SAI DA DOVE INIZIARE?

Leggi la nostra guida e richiedi una consulenza gratuita!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!




Accettazione del trattamento*
Ho letto e compreso l'informativa privacy e concedo il consenso al trattamento dei dati.