fbpx

Type at least 1 character to search

I marketing trend del 2022 che le aziende devono conoscere per sviluppare la loro strategia

L’anno sta per finire e possiamo iniziare a tirare le somme guardando a come si sono evolute le attività di marketing durante questo 2021.

Comprendere quali saranno le sfide future e le tendenze maggiori che coinvolgeranno i brand nella loro attività di marketing ci può aiutare a fare i primi passi nel nuovo anno.

Il 2022 sarà sicuramente ricco di sorprese, il mondo del marketing è in continua evoluzione essendo in buona parte un’attività guidata dalla creatività e dalla capacità di pensare fuori dagli schemi.

Abbiamo riassunto quelle che saranno le principali tendenze di marketing nel 2022 in una guida che potrà aiutarvi con la vostra strategia.

1. Il Social Listening: di cosa si tratta?

Il Social Listening comprende un insieme di tecniche utilizzate per monitorare le conversazioni degli utenti online.

Questo permette alle imprese di capire cosa pensano i consumatori del loro brand e dei loro prodotti.

Possono raccogliere spunti e riflessioni per migliorare l’esperienza di acquisto o l’usabilità del prodotto.

È uno strumento molto efficace se si vuole conoscere cosa pensa realmente il cliente dell’azienda perché sui social gli utenti sono portati ad esprimere delle opinioni più sincere, a parlare dei prodotti di cui sono rimasti soddisfatti oppure con cui hanno riscontrato dei problemi.

Attraverso i social media chiunque può dire la sua e partecipare a dibattiti o conversazioni. Sono proprio i dialoghi tra gli utenti che sono una vera e propria fonte di conoscenza per i brand perché sono conversazioni che nascono SPONTANEAMENTE, a differenza dei questionari di valutazione.

L’attività di Social Listening può riguardare non solamente il proprio brand, ma anche quello dei competitor e tutto ciò che riguarda il settore di appartenenza.

2. Artificial e Conversational Intelligence

L’Artificial Intelligence è un prodotto della rivoluzione digitale che è in continua espansione nell’ultimo decennio.

Il suo obiettivo è quello di continuare a migliorare l’esperienza del cliente.

Diventa un grande supporto alle decisioni di marketing perché permette di raccogliere informazioni sull’attività degli utenti online e di immagazzinare nozioni che consentono di avere una conoscenza approfondita dei bisogni dei consumatori e di fare previsioni sui loro desideri.

Uno dei punti chiave dell’applicazione dell’Artificial Intelligence è la PERSONALIZZAZIONE. Questo perché immagazzinando dati sui clienti ci permette pian piano di fornire soluzioni sempre più mirate sulla base dei loro comportamenti ed interessi.

Per farvi un esempio, il colosso dello streaming, Netflix, utilizza l’intelligenza artificiale e il machine learning per studiare i gusti dei suoi utenti e per proporgli film o serie TV perfettamente pensate per i suoi interessi, migliorando così la sua User Experience.

Uno dei trend che si svilupperanno maggiormente in questo ambito nel 2022 è il Conversational Intelligence.

Questa attività va a colmare le lacune che possono presentarsi nel Social Listening.

Permette, infatti, di immagazzinare dati sulle conversazioni dei clienti per essere in grado di comprendere e prevedere le richieste degli utenti.

In questo modo nascono i chatbot, attraverso cui l’utente può interagire con l’intelligenza artificiale per essere supportato in alcune attività durante la navigazione su un sito web, senza bisogno di attendere la disponibilità di un operatore.

3. I video brevi domineranno i social

È stato il successo di TikTok a favorire la notorietà del format video breve.

TikTok e Reels su Instagram oggi competono per l’engagement degli utenti e rappresentano una grandissima opportunità per i brand di catturare l’attenzione di potenziali clienti.

I grandi brand hanno già capito che questa rappresenta la nuova frontiera del marketing: utilizzare le piattaforme di intrattenimento in cui gli utenti trascorrono spontaneamente il loro tempo.

La pubblicità diventa parte stessa dell’intrattenimento.

Ora sta alle piccole imprese comprendere quanto sia importante saper cogliere le tendenze del momento ed essere sempre aggiornati sulle nuove modalità di fare marketing e di arrivare alle persone.

Secondo gli studi di Hubspot il video breve è risultato essere la seconda fonte di ROI per le aziende B2C e il 33% dei marketers investe già in questa tipologia di contenuto.

4. L’influencer marketing sarà sempre più importante

Nel 2021 l’influencer marketing ha fornito ai brand che operano nel B2C il maggior ritorno economico.

Per influencer marketing intendiamo l’attività di collaborazione con degli influencer che hanno il ruolo di testimonial per promuovere prodotti o servizi dell’azienda.

Solitamente sono persone che hanno un certo numero di follower in target per il brand.

Possono essere degli youtuber, Instagrammer, TikToker etc…

Questi personaggi hanno una certa influenza sui loro seguaci e se questi promuovono un certo brand avranno sicuramente una grande risonanza.

Gli influencer testano un prodotto e ne fanno la recensione, lo utilizzano integrandolo in un loro contenuto video o diffondono notizie a riguardo sul loro canale.

Esistono pratiche specifiche di influencer marketing attraverso cui le aziende studiano gli influencer presenti nel settore di riferimento, il grado di coerenza con il target di riferimento, il tone of voice utilizzato, il budget che abbiamo a disposizione.

5. Prenderà più spazio anche il contenuto audio

Anche se il contenuto video è il favorito per il 2022, anche l’audio sarà molto utilizzato dai brand.

I podcast vedranno una crescita nel 2022: circa il 43% delle aziende B2C pianificano di investire nei podcast nel 2022 (Hubspot).

Questa forma di comunicazione viene utilizzata per esplorare temi molto ampi e offrire contenuti interessanti a chi li ascolta.

Permette di informare il consumatore riguardo a temi legati ad un certo settore o ad un determinato prodotto.

Un ottimo esempio di Branded Podcast è “Prossima fermata: Inglese” di Babbel che raccoglie interessanti storie, utili a chi le ascolta ad imparare la lingua inglese ed allenarsi nell’ascolto.

6. Al centro dei temi di interesse ci sarà la responsabilità sociale

Sicuramente non un tema nuovo quello della responsabilità sociale, ma nel 2022 si prevede una crescita di questo tipo di contenuti.

Le persone sono sempre più attente a temi sociali e legati alla sostenibilità ambientale. Vogliono vedere questa presa di coscienza anche nei brand, per poter identificarsi e condividerne i valori e la mission.

Tantissimi sono stati i temi sociali trattati dai brand e le campagne di social responsibility in cui hanno investito i marchi.

Ogni azienda può dare anche un contributo nella lotta che riguarda il suo settore di appartenenza.

Un esempio di Corporate Social Responsibility è l’iniziativa di Starbucks che ha avuto un ruolo fondamentale nel trasformarlo nel brand che è oggi.

Con il suo programma C.A.F.E. (Cafee and Farmer Equity) garantisce ai suoi clienti che l’azienda opera nella totale responsabilità sociale ed economica. Ha poi collaborato anche con Ethos Water per permettere a più di 1 miliardo di persone bisognose di ricevere acqua potabile.

7. L’inbound marketing sarà l’approccio preferito dai brand

Da un po’ di anni ormai è stato rivoluzionato l’approccio di marketing che è passato da un messaggio push ad un messaggio pull

Con Inbound Marketing si fa riferimento all’insieme delle strategie di digital marketing che permettono ad un brand di farsi trovare dai potenziali clienti, attirandoli ad acquistare i propri prodotto e/o servizi.

Non si tratta di contenuti che interrompono la normale navigazione dell’utente, ma di contenuti di valore che possono arricchire l’esperienza online e catturare l’interesse dei clienti.

In conclusione

“La strada per il successo è sempre in costruzione.” (Lily Tomlin)

Queste saranno alcune delle principali tendenze che si prevedono per il nuovo anno. Ovviamente è difficile prevedere esattamente quali saranno i risvolti futuri del marketing perché questa è un’attività in continua trasformazione.

Il nostro consiglio è quello di rimanere sempre aggiornati sui cambiamenti, su come si comportano i grandi player del mercato e su come cambiano i desideri degli utenti nel tempo.

Questo vi permetterà di rispondere con tempestività alle esigenze del mercato con delle strategie di successo.

Ti serve aiuto con la tua strategia digitale?

Richiedi un incontro con i nostri consulenti!