Type at least 1 character to search

Definizione e step della Keyword Research

La ricerca delle parole chiave è una delle attività migliori per conoscere il brand, il suo target di riferimento e la concorrenza.

Il risultato finale è una panoramica su tutti gli aspetti che riguardano l’ottimizzazione sui motori di ricerca ovvero: struttura del sito, strategia di link building e realizzazione dei contenuti.

Definiamo correttamente cosa vuol dire fare keyword research e quali sono gli step da seguire per identificare in modo corretto parole chiave e query di ricerca.

Una definizione di keyword research

La keyword research permette di individuare le parole chiave e le query da utilizzare per l’ottimizzazione del sito web: dalle pagine dove vengono descritti prodotti e/o servizi offerti a quelle del blog.

L’analisi risulta particolarmente complessa dal momento che, come accennato sopra, questa attività permette una conoscenza approfondita del brand, dei prodotti/servizi offerti rispetto ad un target di riferimento e della concorrenza.

Prima di proseguire con la descrizione dei vari step, è utile spiegare la differenza tra keyword e query.

Parliamo di keyword facendo riferimento ad una ricerca generica priva di contesto, ad esempio: scrivania, gatto, seo.

Sono definite query insieme di parole chiave che insieme formano una frase di senso compiuto, ad esempio: come contattare Google My Business, come si lavano i piumini e via dicendo.

Nella costruzione della nostra mappa degli obiettivi per il posizionamento organico, è importante iniziare a distinguere fin da subito queste due tipologie di ricerche ed i diversi intenti di ricerca.

>>> leggi il nostro articolo sul search intent per comprendere le intenzioni di ricerca degli utenti

La ricerca delle parole chiave inizia prima di tutto dalla nostra mente

Come strumento la keyword research richiede l’utilizzo dello strumento di pianificazione delle parole chiave di Google.

Nel corso degli anni il livello di complessità associato all’attività di analisi seo è cresciuto: gli utenti hanno acquisito competenze e una maggiore padronanza nell’uso del motore di ricerca.

Allo stesso tempo Google, attraverso i vari aggiornamenti dell’algoritmo, ha affinato i propri livelli di comprensione del linguaggio.

Iniziamo dunque la nostra keyword research confrontandoci con il cliente e cercando di raccogliere più informazioni possibile sull’azienda e sul suo business.

Nello sviluppo della strategia di posizionamento di un e-commerce che vende articoli sportivi è lecito domandarsi quali sono:

  • i brand presenti;
  • le differenti tipologie di sport;
  • le politiche di spedizione e reso;
  • la presenza di articoli di seconda mano;
  • la presenza di una sezione dedicata all’outlet;
  • e via dicendo.

In questa fase il nostro obiettivo è quello di costruire una mappa che funga da guida nella ricerca delle parole chiave, dalle più generiche fino alle query a coda lunga più specifiche.

>>> clicca per conoscere le tipologie di parole chiave

STEP #1 KEYWORD RESEARCH: identificare i volumi di ricerca

È arrivato il momento di utilizzare lo strumento di ricerca delle parole chiave di Google per individuare i volumi di ricerca associati alle keyword/query inserite nella nostra mappa.

Dopo aver selezionato la lingua, ed eventualmente una determinata zona a livello geografico, procediamo con l’inserimento nel box delle diverse keyword e/o query (puoi inserirne fino ad un massimo di dieci): per ognuna Google restituisce un valore pari alla media delle ricerche negli ultimi dodici mesi.

Ti ricordo che per ottenere un valore preciso nel tuo account Google Ads dovranno esserci campagne attive, altrimenti otterrai un range vago (per esempio 10 – 100, 100 – 1000 e via dicendo).

Riprendendo l’esempio del nostro e-commerce di prodotti sportivi:

STEP #2 KEYWORD RESEARCH: aggiungi parole chiave correlate in target

Durante la tua keyword research troverai altre parole chiave correlate oltre a quelle ipotizzate nella mappa iniziale.

Aggiungi quelle che sono in target con la tua audience e con i tuoi obiettivi di posizionamento.

A partire dalle keyword/query inserite, lo strumento di Google fornisce sulla base della pertinenza altre “idee per le parole chiave”.

Oltre a questi suggerimenti puoi utilizzare lo stesso motore di ricerca in tre modi:

  1. attraverso le ricerche correlate presenti alla fine della SERP;
  2. attraverso l’instant Suggest;
  3. attraverso gli Snippet presenti della SERP.

>>> leggi la nostra guida sui risultati di ricerca e le funzionalità presenti nella SERP

Esistono strumenti alternativi utili nella ricerca delle parole chiave?

La prima alternativa che possiamo suggerirti è uno strumento spesso dimenticato da molti dopo aver abbandonato i banchi di scuola: il dizionario!

Utilizza vocabolari e dizionari dei sinonimi e contrari (cartacei oppure online) per capire se hai effettivamente preso in considerazione tutti i modi in cui una persona potrebbe fare ricerca su un determinato argomento.

La seconda alternativa è la Search Console utilizzabile nel caso di un sito web online: qui hai modo di conoscere tutte le ricerche che gli utenti eseguono per arrivare al tuo sito, quelle che hanno generato maggiori clic, e quindi, più traffico.

Concludendo:

Il risultato finale della keyword research è una mappa che, oltre a seguire i tuoi obiettivi di posizionamento, fornisce un’idea di quanto approfondito possa essere un determinato argomento, di quali e quanti punti di accesso organici al sito devono essere presidiati.
Questa mappa dovrà essere periodicamente aggiornata nel tempo perché, oltre alle intenzioni di ricerca degli utenti, potrebbero cambiare le SERP di Google a seguito di aggiornamenti dell’algoritmo.

Vuoi migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca?

Richiedi una consulenza seo ai nostri tecnici!